Il Posto delle Favole

Il Blog Femminile dedicato alle Mamme e ai loro Bambini

RSS 2.0

L’importanza dell’ostetrica per la neo mamma

L’ostetrica è la professionista che assiste ogni donna durante la gravidanza e il travaglio: il suo ruolo è antichissimo. Basta pensare che il filosofo greco Socrate si sia ispirato per formulare il suo famoso metodo di indagine –“il parto della conoscenza” – proprio alla madre ostetrica, un mestiere molto rispettato e ammirato, oltre che uno dei pochi riservati esclusivamente alle donne.

Origini antiche

Rimasta più o meno invariata fino alla fine dell’Ottocento, oggi la figura dell’ostetrica è profondamente cambiata da allora. Il percorso di studio necessario per ottenere l’abilitazione è diventato di tipo universitario, richiedendo in Italia una laurea triennale. Naturalmente possono svolgere la professioni anche gli uomini, prestando attenzione al fatto che nella lingua italiana è comune chiamare ostetrico anche il ginecologo, cioè il laureato in Medicina specializzato in Ginecologia e Ostetricia, e dunque lo stesso termine può riferirsi a due professioni nettamente diverse.

Con l’evoluzione della medicina è molto cambiata anche la concezione del parto: fino agli anni ’50 ad esempio il parto in casa non era così raro, e i primi decenni del secolo scorso nelle zone rurali era comune ricorrere esclusivamente all’assistenza della “ levatrice “ – espressione oggi obsoleta – per far nascere il bambino. Ciò, unito agli scarsi strumenti di analisi diagnostica, primo fra tutti l’ecografia sbarcata in Italia solo negli anni ’70, portava non raramente a complicazioni durante il parto.

L’assistenza dell’ostetrica oggi

Le mamme che scelgono l’ostetrica trovano una figura che le accompagna durante tutta la gravidanza e anche i primi tempi dopo il parto. Il ruolo di questa professionista non è più in antagonismo con quello del medico, il quale effettua tutti gli esami di controllo necessari, ma in sua collaborazione.

Il ginecologo, in quanto specialista nelle visite e pronto a intervenire alla minima situazione di rischio, molto spesso non può fornire alla paziente un supporto costante su aspetti meno urgenti come il sostegno per la madre e il bambino appena nato, l’educazione e i corsi preparatori all’esperienza della maternità, il dialogo su temi della maternità che esulano dall’ambito prettamente medico.

Ogni donna riceve del resto un immenso beneficio potendo contare sull’assistenza dell’ostetrica su questi argomenti che le ispirano più fiducia e serenità. Volendo, se la salute della madre e del nascituro lo permettono, l’ostetrica può assistere la paziente che sceglie di partorire in casa.

Categories: Mamme e Bambini

admin33


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *